A volte per dare aria nuova alla tua vita quotidiana può bastare qualche piccolo ritocco: per sentirti più in forma indossi un abito migliore, non è vero? Quanta cura dedichi al tuo corpo e alla tua pelle quando usi il trucco oppure il dopobarba? Quanto sei incline al profumo per una sensazione di maggiore freschezza?

Non credi che potresti esprimerti allo stesso modo dedicando le stesse attenzioni al tuo ambiente? La tua casa, la tua cucina, il tuo living sono come il tuo corpo: un biglietto da visita; ti piace che i tuoi ospiti siano a proprio agio, così come a te piace il benessere da quando ti svegli a quando rientri.

Proseguendo la similitudine, le pareti sono lo sfondo del tuo biglietto da visita: non la prima cosa che salta all’occhio, ma di fondamentale importanza. Pensiamo che bisognerebbe progettare partendo proprio da qui: poi sarebbe più facile posizionare e abbinare poltrone, tavoli e sedie, armadi e complementi. Così come un testo nero si legge bene su un foglio bianco – o viceversa come accadeva nelle scuole con gesso e lavagna – il colore e il tema di una parete può porsi in contrasto forte con uno o più elementi, oppure “accompagnarli” attraverso sfumature e illuminazione tenue assecondando le tue emozioni.

Nel tempo varie tendenze si sono succedute per il rivestimento. Nelle abitazioni vediamo sempre più spesso un muro di colore diverso rispetto agli altri che delimitano lo stesso ambiente. Negli anni ‘70 andava di moda la carta da parati, poi ha prevalso la pittura, e il bianco uniforme per un’intera stanza dava nuova luce e pulizia; peccato che quelle mura rimanevano un po’ fredde, perciò per abbellirle le riempivamo di quadri e accessori, risistemavamo mobili e librerie.

A un certo punto abbiamo iniziato a pensare alle nostre pareti come se fossero delle tele da dipingere: così abbiamo rotto lo schema dell’uniformità rendendo molto più vivo il nostro ambiente. L’ultima tendenza in fatto di rivestimenti vede il ritorno in auge della carta da parati. Grazie a nuovi materiali la posa si esegue più facilmente, i pannelli sono lavabili e non attirano più polvere ed insetti come quelli che avevamo nelle case dei nostri genitori; inoltre, con i motivi geometrici o altri temi grafici particolari possiamo dare l’impressione di maggiore accoglienza e calorosità o addirittura fingere che il nostro salone sia in mezzo a un bosco! Possiamo decidere di rivestire una sola parete: ad esempio che ne pensate di una carta geografica sullo sfondo, magari alternandola alle foto dei nostri viaggi? Che bella sensazione avremmo per noi e il nostro ospite? Potremmo sentirci invitati a un aperitivo esclusivo e alla moda, offrendo gustose specialità dal mondo in una tavola imbandita con i giusti colori e illuminata da candele profumate!

Ci pensate? Per tutto questo può bastare davvero poco, lo dicevamo!

Qui ad Atmosfera d’Interni studiamo ogni giorno per proporti il meglio e farti sentire unico! Vienici a trovare in via Gasperina 6/10 e insieme daremo vita alle tue idee!